MADE by MI: quarto giorno

Quante ragazze a Made by MI! Curiosando nei vari stand il motivo è presto spiegato. Collane, orecchini, borse, anelli e vestiti hanno dominato la giornata odierna e conquistato i cuori delle giovanissime. 

Keep Calm & Knit ha realizzato accessori perfetti per questa stagione, tutti in lana e realizzati a mano, quali berretti, scaldacolli, sciarpe e moffolette. Caldi e di gran classe. My Art Taylor ha scelto di presentare qui la sua prima collezione di pret a porter dove cappotti reversibili e vestiti couture fanno emergere la grande esperienza maturata dalla stilista in aziende leader del made in Italy. 

A Made by MI le mamme e i papà insieme ai loro bimbi sono sempre i benvenuti, e di conseguenza anche le realtà artigianali che li riguardano. Petits Coquins ha mostrato al pubblico la sua bellissima collezione di abbigliamento per bambini ispirata alle forme geometriche realizzata dalla stessa designer. 

Tanti sono i talenti creativi che hanno presentato gioielli. La bellezza di ogni marchio è data dalla profonda diversità che lo contraddistingue dagli altri. Quando si parla di vera creatività infatti le varie caratteristiche si notano subito. È così Petite Fraise che ha presentato ben due collezioni: Gipsy dedicata alla donna dall'animo vagabondo e Spirit of Earth dall'animo più sofisticato. Lenor Creazioni ha coinvolto il pubblico grazie alle perle giapponesi che utilizza per realizzare le sue collane e bracciali. Con Loukippi si torna ai primi anni del '900: le sue creazioni sono tutte rivisitazioni degli antichi ciondoli realizzati a mano di quel periodo. Non potevano mancare i materiali di recupero qui a Made by MI. Il brand Lamarielamarci hanno portato i loro magnifici bijoux realizzati principalmente con plastica, viti e bulloni.

Non potevano mancare le illustrazioni: Pemberley Pond ha presentato le sue stampe e i suoi segnalibri inizialmente ispirati alla mitica Jane Austen. Presenti anche oggi i fratelli grafici di Pinis Art.

Fotografo della giornata che ha anche esposto i suoi lavori è stato Valerio Zanicotti. Specializzato in street photography le fotografie che hanno colpito il pubblico sono state quelle ritraenti il cielo in una cornice non cornice che è il palazzo che lo ospita.

Tra i brand che abbiamo incontrato ieri e nelle date passate sono tornati a trovarci: ReiletA, Zucaren, Miplused, M&K Maison Kreativ, Borse by D, Sarina, Sono Verde, Kimsoo Abbigliamento, Akifumi Tasheshita e R-Sea. 

Se questi marchi sono voluti ritornare può significare solo che il progetto Made by MI si è rivelato avvincente, e che i presupposti per una seconda  edizione ci sono tutti.

L'ultimo appuntamento di questo stimolante evento è per sabato 20 dicembre.

Stay tuned!

photo courtesy: Ilaria Introzzi 

image image image image image image image image image image image

 

 

 

 

 

MADE by MI: terzo giorno

Qualità. Questa è la parola d'ordine di questa terza giornata qui a Made by MI.  Molto pubblico, giovani creativi e tanta voglia di far conoscere i propri prodotti sono stati gli ingredienti di oggi. 

Oltre all'ormai di casa Sonoverde con i suoi portafogli indistruttibili realizzati in tyvek che hanno conquistato tutti in particolare i giovanissimi, è stato apprezzato molto dal pubblico anche Le Petit Atelier Mon Amour con i suoi quadretti molto shabby chic da regalare a chi si ama con pensiero natalizio e non solo. 

Le mamme hanno amato in particolare gli abiti e accessori per bambini di Firuli' Firula' realizzati a mano e con materiali finissimi. Sempre in ambito materico non si può non menzionare Moumee che crea interamente a mano statuine in Creta molto eleganti. Rimanendo in ambito bambini, l'animo artiglianale dei pupazzi di M&K Maison Kreative ha colpito particolarmente chi è venuto a trovarci oggi. 

Sempre in ambito design è da rilevare l'estro creativo di Terraverde dove piante trapiantate in libri, anche religiosi, che fungono da vasi sono protagoniste. Mi Plus Design fa della stampa a mano il suo valore aggiunto, andando a decorare borse, cartoline e agendine. Isoi' ha conquistato tutti con le sue opere d'arte illustrata con la tecnica della serigrafia e i biscotti allo zenzero.  Carneficina Vegetariana ha portato le sue i suoi quadri raffiguranti appunto una carneficina ma in veste vegetariana grazie all'inventiva di Luca Fiore.

Gioie Lillipuziane, Material Aterlier con i suoi pezzi unici di collane, anelli, spille e bracciali in seta, Tostoini AME Jewelry â€‹con i suoi gioielli in argento e pietre hanno rapito l'attenzione di molte ragazze. Così come le borse e accessori in pelle di Borse by D e di R Sea che ha dimostrato che anche con materiali di recupero di barche a vela dismesse si possono realizzare borse molto interessanti. 

Qui l' hand made è protagonista quindi non potevano mancar i simpatici accessori di Sarina e le bellissime illustrazioni di Pinis Art Shop.

I cappotti e gli scalda colli di Kimsoo Abbigliamento sono i pezzi musthave di una bellissima collezione a spreco zero dove la designer acquista i tessuti solo per realizzare un determinato capo. Ovviamente tutto all'insegna del made in Italy.

Teconologia. Sì avete letto bene. Grazie a Yatta il giovane Akifumi Tasheshita ha potuto realizzare con una stampante 3D bellissime lampade da tavolo e da sospensione. 

Come ormai sapete Made by MI vuole promuovere il talento a trecentosessanta tradì. Fotografa ospite durante tutta la giornata Farinaz Noir che ha messo in mostra i volti di uomini provenienti da diversi paesi del mondo ritratti durante la Fiera dell'Artigianato  di Milano. 

Che dire, una giornata molto coinvolgente piena di persone entusiaste che credono ancora che questo paese possa essere leader dell'handmade pieno di creatività.

A domani!

photo courtesy: Ilaria Introzzi

image image image image image image image image