MADEbyMI: quinto giorno

The end. Con oggi si è conclusa la prima edizione di Made by MI. È come tutte le cose belle e interessanti possiamo certo dire di avere chiuso col botto! Tanti creativi veramente interessanti e un gran numero di ospiti hanno reso questo sabato natalizio molto speciale. 

A proposito di creativi, ha conquistato il cuore di tutti il brand di vestiti molto up-to-date di Peluc Clothing che se in futuro svilupperà ancora meglio la sua collezione potrà certo partecipare ad eventi più del settore della moda. Sempre in ambito abbigliamento il brand Lola Flamingo ha mostrato al pubblico i suoi capi unici sia per i tessuti utilizzati che per le forme. 

Non sono mancati i marchi che hanno presentato le loro creazioni di bijoux rigorosamente tutti fatti a mano. I materiali spaziano dalla gomma recuperata dai camion e dalle biciclette di Lunifatto, al vetro di Murano di Emula, dalle pietre dure e fili di seta e argento dell'appassionata Marisa Becca alla carta tagliata e lavorata a mano di Abel. Senza dimenticare i preziosissimi orecchini di DarqDesign e i bellissimi bracciali realizzati con passamaneria vintage di Bijotti&Ciciotti.

A Made by MI ospitiamo la creatività in tutte le sue forme e interpretazioni. Le illustrazioni fanno parte di questo fantastico mondo. Libri Finti Clandestini realizza con carta riciclata libri dal sapore vintage con copertine dove protagoniste sono varie illustrazioni. La Douceur du Miel realizza illustrazioni " per bambini e per gli adulti non cresciuti". L'oggetto must? Il calendario 2015. Romantica e senza tempo Enrica Trevisan Illustrazioni che oltre a realizzare splendidi oggetti in legno dove va a dipingere simpatici soggetti impiega la propria creatività nel produrre delle bellissime lanterne raffiguranti foglie e fatine. 

Da sottolineare il brand iTettini che ha realizzato t-shirt e cappelli per supporto all'applicazione, disponibile su ITunes MiaoBauFrrr. Vedere per credere. 

Il design. Oggi è stata una giornata davvero ricca con tre nuovi brand. Nigutindor e i suoi tres chic oggetti in ceramica per la casa. TellTale Wood Design che ha proposto al pubblico lampade di design incastonate in legni pregiatissimi lavorati apposta per contenerle. Questo mix di elementi dona un colore caldo e confortevole. Infine MIC Materia In Cartapesta. Gioielli, oggetti per la casa come vasi e lampade e quadri sono tutti realizzati in carta pesta con un'allure molto particolare grazie al messaggio intrinseco che la designer, architetto di professione, vuole lasciare libero di essere interpretato da chi osserva e acquista le sue opere.

Il fotografo di questo sabato è Stefano De Crescenzo che ha emozionato tutti con la sua fotografia raffigurante palazzi come case e stadi.

Come la scorsa settimana sono tornati a trovarci alcuni designer delle date passate come DeCor, Petitscoquins, PinisArt Shop, Petite Frais Handmade, E-B, Officina Atipica, Tostoini MouMee.

Sono proprio felice di aver partecipato a questo evento e spero che quello che ho provato incontrando i vari creativi sia arrivato a tutti coloro hanno letto questi post e  visto le foto sui social. Ringrazio in primis Chiara Ettari, amica e creativa che mi ha chiesto di partecipare e fare da voce narrante. Ringrazio lo staff molto prezioso di YATTA! che ha permesso che Made by MI diventasse realtà. Ringrazio i creativi per la passione che continuano a mettere nei loro lavori. E ovviamente il pubblico! Grazie per averci sostenuto fin dal primo giorno. 

Appuntamento alla prossima edizione! 

Stay tuned.

photo courtesy: Ilaria Introzzi

image image image image image image image image image image image image

 

 

 

 

MADE by MI: quarto giorno

Quante ragazze a Made by MI! Curiosando nei vari stand il motivo è presto spiegato. Collane, orecchini, borse, anelli e vestiti hanno dominato la giornata odierna e conquistato i cuori delle giovanissime. 

Keep Calm & Knit ha realizzato accessori perfetti per questa stagione, tutti in lana e realizzati a mano, quali berretti, scaldacolli, sciarpe e moffolette. Caldi e di gran classe. My Art Taylor ha scelto di presentare qui la sua prima collezione di pret a porter dove cappotti reversibili e vestiti couture fanno emergere la grande esperienza maturata dalla stilista in aziende leader del made in Italy. 

A Made by MI le mamme e i papà insieme ai loro bimbi sono sempre i benvenuti, e di conseguenza anche le realtà artigianali che li riguardano. Petits Coquins ha mostrato al pubblico la sua bellissima collezione di abbigliamento per bambini ispirata alle forme geometriche realizzata dalla stessa designer. 

Tanti sono i talenti creativi che hanno presentato gioielli. La bellezza di ogni marchio è data dalla profonda diversità che lo contraddistingue dagli altri. Quando si parla di vera creatività infatti le varie caratteristiche si notano subito. È così Petite Fraise che ha presentato ben due collezioni: Gipsy dedicata alla donna dall'animo vagabondo e Spirit of Earth dall'animo più sofisticato. Lenor Creazioni ha coinvolto il pubblico grazie alle perle giapponesi che utilizza per realizzare le sue collane e bracciali. Con Loukippi si torna ai primi anni del '900: le sue creazioni sono tutte rivisitazioni degli antichi ciondoli realizzati a mano di quel periodo. Non potevano mancare i materiali di recupero qui a Made by MI. Il brand Lamarielamarci hanno portato i loro magnifici bijoux realizzati principalmente con plastica, viti e bulloni.

Non potevano mancare le illustrazioni: Pemberley Pond ha presentato le sue stampe e i suoi segnalibri inizialmente ispirati alla mitica Jane Austen. Presenti anche oggi i fratelli grafici di Pinis Art.

Fotografo della giornata che ha anche esposto i suoi lavori è stato Valerio Zanicotti. Specializzato in street photography le fotografie che hanno colpito il pubblico sono state quelle ritraenti il cielo in una cornice non cornice che è il palazzo che lo ospita.

Tra i brand che abbiamo incontrato ieri e nelle date passate sono tornati a trovarci: ReiletA, Zucaren, Miplused, M&K Maison Kreativ, Borse by D, Sarina, Sono Verde, Kimsoo Abbigliamento, Akifumi Tasheshita e R-Sea. 

Se questi marchi sono voluti ritornare può significare solo che il progetto Made by MI si è rivelato avvincente, e che i presupposti per una seconda  edizione ci sono tutti.

L'ultimo appuntamento di questo stimolante evento è per sabato 20 dicembre.

Stay tuned!

photo courtesy: Ilaria Introzzi 

image image image image image image image image image image image

 

 

 

 

 

MADE by MI: terzo giorno

Qualità. Questa è la parola d'ordine di questa terza giornata qui a Made by MI.  Molto pubblico, giovani creativi e tanta voglia di far conoscere i propri prodotti sono stati gli ingredienti di oggi. 

Oltre all'ormai di casa Sonoverde con i suoi portafogli indistruttibili realizzati in tyvek che hanno conquistato tutti in particolare i giovanissimi, è stato apprezzato molto dal pubblico anche Le Petit Atelier Mon Amour con i suoi quadretti molto shabby chic da regalare a chi si ama con pensiero natalizio e non solo. 

Le mamme hanno amato in particolare gli abiti e accessori per bambini di Firuli' Firula' realizzati a mano e con materiali finissimi. Sempre in ambito materico non si può non menzionare Moumee che crea interamente a mano statuine in Creta molto eleganti. Rimanendo in ambito bambini, l'animo artiglianale dei pupazzi di M&K Maison Kreative ha colpito particolarmente chi è venuto a trovarci oggi. 

Sempre in ambito design è da rilevare l'estro creativo di Terraverde dove piante trapiantate in libri, anche religiosi, che fungono da vasi sono protagoniste. Mi Plus Design fa della stampa a mano il suo valore aggiunto, andando a decorare borse, cartoline e agendine. Isoi' ha conquistato tutti con le sue opere d'arte illustrata con la tecnica della serigrafia e i biscotti allo zenzero.  Carneficina Vegetariana ha portato le sue i suoi quadri raffiguranti appunto una carneficina ma in veste vegetariana grazie all'inventiva di Luca Fiore.

Gioie Lillipuziane, Material Aterlier con i suoi pezzi unici di collane, anelli, spille e bracciali in seta, Tostoini AME Jewelry â€‹con i suoi gioielli in argento e pietre hanno rapito l'attenzione di molte ragazze. Così come le borse e accessori in pelle di Borse by D e di R Sea che ha dimostrato che anche con materiali di recupero di barche a vela dismesse si possono realizzare borse molto interessanti. 

Qui l' hand made è protagonista quindi non potevano mancar i simpatici accessori di Sarina e le bellissime illustrazioni di Pinis Art Shop.

I cappotti e gli scalda colli di Kimsoo Abbigliamento sono i pezzi musthave di una bellissima collezione a spreco zero dove la designer acquista i tessuti solo per realizzare un determinato capo. Ovviamente tutto all'insegna del made in Italy.

Teconologia. Sì avete letto bene. Grazie a Yatta il giovane Akifumi Tasheshita ha potuto realizzare con una stampante 3D bellissime lampade da tavolo e da sospensione. 

Come ormai sapete Made by MI vuole promuovere il talento a trecentosessanta tradì. Fotografa ospite durante tutta la giornata Farinaz Noir che ha messo in mostra i volti di uomini provenienti da diversi paesi del mondo ritratti durante la Fiera dell'Artigianato  di Milano. 

Che dire, una giornata molto coinvolgente piena di persone entusiaste che credono ancora che questo paese possa essere leader dell'handmade pieno di creatività.

A domani!

photo courtesy: Ilaria Introzzi

image image image image image image image image

MADEbyMI: secondo giorno

Nuovo giorno nuovi designer. Insettori che hanno contraddistinto questa domenica sono stati sicuramente l'abbigliamento e gli accessori. E, sarà la pioggia o l'atmosfera che anticipa la feste, bisogna dire che il pubblico ha davvero apprezzato venire qui allo Spazio Yatta per sostenere questi giovani talenti. 

E-B by Elena Bariselli ha realizzato una collezione di abiti e accessori – come le fusciacche – tutte con tessuti preziosi, scovati in giro per il mondo soprattutto nell'estremo Est del mondo come in India e Giappone.  Un altro marchio che ha piacevolmente colto l'attenzione  del pubblico è Le Blusine. Abiti fatti a mano con tessuti al 100% lavabili a casa che si ispirano in modo elegante all'abbigliamento del mondo del lavoro: salopette e gilet sono le protagoniste della collezione presentata qui a Made by MI. Altri marchi come Equilibrium, che ha presentato anche bijoux realizzati con degli splendidi bachi di seta, e Punto Zero hanno fatto emergere quella vena sartoriale che è tipica del Bel Paese.

Anche gli accessori sono stati protagonisti e in particolari sono emersi progetti veramente interessanti tra cui Didaa, Comme d'Habitude, Moks che realizza borse con tessuti molto versatili ed esclusivamente cucite a mano- come del resto tutto qui a Made by MI-. 

È stato molto apprezzato l'estro creativo del brand maBasta! by Gloriana Santi che ha realizzato portapenne, astucci, con un target molto vasto: dai bambini che vanno a scuola ai manager che affrontano una riunione molto importante. Chiusi hanno l'aspetto di pergamene, quando vengono aperti si scoprono penne, matite, pennarelli, ma anche…. Accessori per giocare a golf! La designer ha infatti spiegato come in realtà le fessure possano contenere qualsiasi oggetto. Le donne infatti potrebbero utilizzarle come porta trucchi ad esempio. 

Per quanto riguarda i bijoux possiamo dire che i creativi hanno veramente fatto gli onori dell'artigianato italiano. La giovanissima designer di Contraria ha prodotto a mano, da sola, tutti i bijoux che ha presentato. Il pezzo must? Sicuramente gli orecchini e le spille in resina. Il viaggio nella giovane creatività italiana prosegue con Robedalez, Des Trucs Dingues i cui anelli sarebbero piaciuti a donne straordinarie come Fernanda Pivano e Anna Piaggi. L'ultima tappa è da deCor che ha presentato qui in anteprima la sua ultima collezione Di collane e orecchini Le Gaussiiane, splendide.

Come sapete oltre ai talenti creativi cambiano anch e gli ospiti fotografi. Oggi era presente Andrea Corbetta che ha messo in mostra le sue foto dello skyline meneghino. Assolutamente emozionante.

Quello che emerge è una grande voglia di queste piccole realtà di emergere e di farsi conoscere. La parola d'ordine è ottimismo. E qui da Made by MI ne abbiamo da vendere!

Photo courtesy: Ilaria Introzzi

image image image image image image imageimage image image image

MADEbyMI: primo giorno

Creatività, talento e made in Italy. Sono questi i tre pilastri che descrivono la prima data di questo speciale evento. Dai bijoux -molti realizzati con materiali di recupero quali pelle e tessuto altri che vedono protagonista il pregiato vetro di Murano -con Shiro.Kuro, Dueppunti, Zucaren, La Civetta, Papurika e i gioielli di Between the Twigs, si passa per le illustrazioni di Naki, l'oggettistica di reiletA, Matisse e La Petite Poule per finire con il settore legato all'abbigliamento, dove spiccano l'estro creativo di Re.Rurban, La Bandaglina, e agli accessori con Sono Verde, Mnmur e If Bags. 

Oltre ai designer grande protagonista della giornata è stato il pubblico, che è venuto qui allo Spazio Yatta.  Le persone che hanno visitato, e che stanno visitando mentre scrivo, hanno dimostrato forte interesse parlando con i talenti creativi e acquistando anche i loro prodotti.  A dimostrazione che se i giovani fanno sentire la loro voce prima o poi vengono ascoltati. L'obiettivo dell'event è proprio questo: far conoscere sia i designer che partecipano sia il valore aggiunto che sta dietro ad ogni brand anche se sono piccole realtà.

Parlando di brand e di talento non si può non citare Incipit Lab, azienda che fa in modo di promuovere i lavori di alcuni designer emergenti come Ilaria Innocenti, Manuela di Loreto, Filippo Castellani e Tommaso Caldera.  Un modo di fare impresa non molto concretizzato in Italia che può esser d'esempio per altre realtà simili.

Creatività manuale sì ma anche creatività visiva grazie alla fotografa Marianna Quartuccio, talento con solo due anni di esperienza che è stata la fotografa ufficiale della giornata, oltre che protagonista lei stessa con alcune delle sue opere fotografiche che accolgono gli ospiti a MADE by MI.

A questo proposito è doveroso sottolineare come MADE by MI sia stato organizzato in poco tempo. È sorprendente come i creativi abbiano aderito così velocemente e con entusiasmo e come di conseguenza il pubblico abbia reagito in modo così immediato. Il merito va a tutti ospiti, creativi e ideatori di questo evento. Sicuramente oggi l'obiettivo è stato raggiunto,  qui siamo tutti fiduciosi che domani sia ancora meglio! 

Keep going for talents!

photo courtesy: Ilaria Introzzi

 image image image imageimageimage image image